Bardana (Articum Lappa)
zoom_out_map
chevron_left chevron_right

Bardana (Articum Lappa)

La bardana contiene molti principi attivi che la rende una pianta molto versatile per molte condizioni mediche. Tra tutti abbondano: lignina, vitamine del gruppo B, amminoacidi, potassio, magnesio, acidi fenolici, acido caffeico e clorogenico, composti polinsaturi, principi amari come l’arctiopicrina, inclina, tannini e resine. Ha le seguenti proprietà: antiflogistica, purificante, depurativa, ipoglicemica, diaforetica, fungicida, antibatterica, stomachica, lassativa e diuretica. La medicina popolare l’ha usata sempre per la cura della sterilità e come antidoto per i morsi dei serpenti; anche se l’uso che maggiormente se n’è fatto è stato contro le malattie della pelle quali acne, sfoghi, infiammazioni cutanee; questo utilizzo è confermato anche dalla medicina cinese che ne fa largo consumo.

Quantità Sconto unità Salva
3 10% 2,25 €
6 20% 9,00 €

7,50 € Tasse incluse

6,82 € Tasse escluse

Confezione da 50g
new_releases Spedito in 5-7gg

La bardana maggiore è una pianta erbacea angiosperma dicotiledone appartenente alla famiglia delle asteracee. E’ una pianta biennale il cui nome fa riferimento al greco articum che significa orso, probabilmente in riferimento all’aspetto ispido della pianta. Il termine Lappa invece potrebbe derivare dal celtico e significa mano, a causa del fatto che la pianta si attacca, come una mano, a qualsiasi cosa gli passi accanto.

E’ una pianta conosciuta da moltissimi anni ed è usata nella medicina tradizionale cinese da molto tempo. L’altezza è variabile ma si attesta tra 80 cm e 2 metri. La radice è grossa e fittonante, il fusto eretto e ramificato con i rami corimbosi. Il picciolo è molto solido e le foglie si presentano con un bordo dentato e ondulato.

L’infiorescenza è formata da tanti capolini sferici riuniti in corimbi e si formano solo sui rami superiori. Il fiore è tubuloso, ermafrodita, attinoforme e pentamero. Il frutto invece è un achenio di poco più di mezzo centimetro dal colore bruno-grigio.

E’ diffusa in tutta l’Eurasia dal clima temperato. In Italia è molto comune ma non ha una diffusione capillare. Per esempio è assente in Sicilia. E’ stata successivamente introdotta anche in America del nord. Il suo habitat preferito sono campi incolti, lungo strade secondarie e in alcuni boschi. Il substrato preferito è calcareo o siliceo, con pH neutro e terreno umido.

La bardana contiene molti principi attivi che la rende una pianta molto versatile per molte condizioni mediche. Tra tutti abbondano: lignina, vitamine del gruppo B, amminoacidi, potassio, magnesio, acidi fenolici, acido caffeico e clorogenico, composti polinsaturi, principi amari come l’arctiopicrina, inclina, tannini e resine.

La Bardana ha le seguenti proprietà: antiflogistica, purificante, depurativa, ipoglicemica, diaforetica, fungicida, antibatterica, stomachica, lassativa e diuretica.

La medicina popolare l’ha usata sempre per la cura della sterilità e come antidoto per i morsi dei serpenti; anche se l’uso che maggiormente se n’è fatto è stato contro le malattie della pelle quali acne, sfoghi, infiammazioni cutanee; questo utilizzo è confermato anche dalla medicina cinese che ne fa largo consumo.

Le parti usate sono le foglie fresche, raccolte in primavera da una pianta di un anno e ridotte in succo, e le radici raccolte durante il riposo autunnale. I semi invece sono usati nella medicina popolare americana: un decotto viene usato contro la gotta. Sembra che rinforzi il sistema immunitario grazie ai polisaccaridi che contiene, inoltre è un antibiotico naturale grazie ai poliacetileni e agli acidi fenolici. 

La cucina orientale l’adopera in molte ricette usando le parti eduli come foglie, radici e semi. In Giappone è un ortaggio molto popolare che prende il nome di gobo. Possono essere mangiati anche i gambi crudi in insalata (ma prima vanno privati della corteccia esterna e comunque devono essere prelevati da una pianta giovane). La bardana è tra le erbe alimurgiche.

Sembra che studiando questa pianta si sia arrivati a inventare il velcro, proprio grazie alla sua caratteristica dei suoi capolini ricurvi, utilizzati per la dispersione dei suoi semi attraverso gli animali.

Consultare sempre il proprio medico prima di assumere il prodotto per fini terapeutici.

8010
Quantità
15-20 g/litro
Tempo d'infusione
15 minuti
Temperatura dell'acqua
100°
Particolarità
Pianta Officinale
Proprietà
Antibatterica
Antiflogistica
Depurativa
Diaforetica
Diuretica
Fungicida
Ipoglicemica
Lassativa
Purificante
Stomachica

Riepilogo

0

star_border star_border star_border star_border star_border

(0 Recensioni)

Seleziona un punteggio per filtrare le recensioni.

Solo i clienti che hanno già comprato possono aggiungere una recensione.

Per il momento, nessuna recensione.