China Rossa (Cinchona Calisaya)
zoom_out_map
chevron_left chevron_right

China Rossa (Cinchona Calisaya)

La china è nota in particolare per essere usata da un noto marchio nella preparazione dei liquori e in effetti è un ottimo aperitivo nonché digestivo, poiché aumenta la secrezione cloridropeptica dello stomaco. Come digestivo tuttavia, è meglio assumere gli estratti della droga tramite infuso, mezz’ora prima dei pasti. Le proprietà della China Rossa sono: digestiva, antimalarica, e antiaritmica. I suoi estratti sono utilizzati dall’industria cosmetica per prodotti dermopurificanti, da usare su pelli impure e capelli grassi.

Quantità Sconto unità Salva
3 10% 2,34 €
6 20% 9,36 €

7,80 € Tasse incluse

7,09 € Tasse escluse

Confezione da 50g
new_releases Spedito in 5-7gg

La China Rossa è un albero del genere Cinchona, diffuso in Sudamerica, in particolare nelle Ande e conosciuto in tutto il mondo a causa degli alcaloidi contenuti nella corteccia. In passato era conosciuta come corteccia peruviana e viene utilizzata tuttora per estrarre il chinino, mediante il quale un tempo si curava la malaria.

L’albero è alto fino a 30 metri e ha una corteccia rugosa, grigio-bruna. I fiori hanno una corolla gamopetala a tubo lungo e il frutto è una capsula di circa 10 centimetri di color ruggine.

La china è nota in particolare per essere usata da un noto marchio nella preparazione dei liquori e in effetti è un ottimo aperitivo nonché digestivo, poiché aumenta la secrezione cloridropeptica dello stomaco. Come digestivo tuttavia, è meglio assumere gli estratti della droga tramite infuso, mezz’ora prima dei pasti.

Le proprietà della China Rossa sono: digestiva, antimalarica, e antiaritmica. I suoi estratti sono utilizzati dall’industria cosmetica per prodotti dermopurificanti, da usare su pelli impure e capelli grassi.

Sono gli alcaloidi contenuti nella corteccia che permettono alla pianta di avere queste proprietà aperitive e digestive. Essi infatti aumentano la secrezione di saliva e succhi gastrici permettendo di contrastare la perdita di appetito e intervenire nei disturbi digestivi.

Il chinino è il principale responsabile nel trattamento della malaria a causa del plasmodium falciparum che è un organismo unicellulare incapace di resistere a questa sostanza. La chinina esercita il suo potere antimalarico impedendo alcuni processi metabolici di questo microrganismo, portandolo alla morte.

La chinidina, invece, è una molecola dotata di attività antiaritmica e - nella forma di sale solfato - costituisce il principio attivo di farmaci impiegati per il trattamento di aritmie ventricolari e sopraventricolari e, in particolar modo, della tachicardia sopraventricolare. La chinidina produce la sua azione diminuendo la trasmissione ionica a livello del miocardio tramite il blocco dei canali veloci del sodio (Na+). Questo riduce la velocità di depolarizzazione cellulare, ma non modifica il potenziale a riposo. E’ in grado anche di innalzare la soglia di eccitabilità e diminuisce la velocità di conduzione.

Gli alcaloidi contenuti nella China Rossa sono sostanze amare considerate molto utili per contrastare la perdita di appetito tipiche dei lunghi periodi di convalescenza nonché per i disturbi dispeptici. In questi casi è consigliabile assumere la droga sotto forma di estratto liquido al 4% in alcaloidi totali (rapporto droga/solvente 1:5, utilizzando etanolo come solvente di estrazione) facendo attenzione a non superare la dose di 1-3 grammi di prodotto al giorno.

Occorre fare molta attenzione quando si utilizza la China ai fini terapeutici poiché bisogna affidarsi a personale medico specializzato per la sua preparazione poiché solo in questo modo si conosce la quantità esatta di sostanze farmacologicamente attive che si stanno assumendo.

Nella medicina popolare la China Rossa viene utilizzata per diversi scopi terapeutici. Per esempio viene adoperata contro la flatulenza e la pienezza di stomaco, l’influenza, i crampi e i dolori muscolari, i disturbi gastrici e viene perfino usata come rimedio contro la splenomegalia e il cancro. A uso esterno invece è usata contro graffi e ulcere della pelle. 

La medicina cinese la impiega come antimalarico e rimedio per febbre e intossicazioni da alcool. Le proprietà antimalariche della china sono note anche alla medicina indiana che sfrutta questa pianta proprio per il trattamento della malaria, ma la adopera anche per la sciatica e le nevralgie intercostali.

La China Rossa inoltre, ha un ruolo fondamentale nell’omeopatia: si usa per il trattamento di infiammazioni delle vie aeree, diarrea, eruzioni cutanee, febbre, nevralgie, anemie e avvelenamenti in genere.

N.B.: le applicazioni della china per il trattamento di questi disturbi non sono approvate o supportate da studi scientifici pertanto potrebbero essere prive di efficacia o addirittura dannose.

Consultare sempre il proprio medico prima di assumere il prodotto per fini terapeutici.

8023
Quantità
20-30 g/litro
Tempo d'infusione
15 minuti
Temperatura dell'acqua
100°
Particolarità
Pianta Officinale
Proprietà
Antiaritmica
Antimalarica
Aperitiva
Digestiva

Riepilogo

0

star_border star_border star_border star_border star_border

(0 Recensioni)

Seleziona un punteggio per filtrare le recensioni.

Solo i clienti che hanno già comprato possono aggiungere una recensione.

Per il momento, nessuna recensione.